Ti sarà inviata una password tramite email.

Sole, aria fresca e tanta voglia di stare all’aria aperta: basta questo e possiamo subito iniziare a sentire il fruscio delle ruote sull’asfalto. Se non hai mai provato a salire sulla tavola ma hai sempre avuto la curiosità e la voglia di imparare, sei nel posto giusto. In questo articolo voglio proprio darti qualche dritta sullo skateboard  e come iniziare.

Cosa ti serve per andare in skate

Se te li sei persi, devi proprio fare un salto in un altro paio di articoli dedicati allo skateboard. Per iniziare, infatti, hai bisogno sicuramente di una tavola (che sia longboard, surfskate, cruiser, ecc), ovviamente scelta su misura per te, di protezioni adeguate e di scarpe adatte.

Non c’è uno dei punti sopra indicato che sia meno importante. Sono essenziali un giusto modello di tavola adatto a un principiante, con scarpe che ti permettano di “sentire” lo skate, ma, una caduta può sempre capitare, quindi armati di caschetto, gomitiere e ginocchiere. Anche se hai quarant’anni e otto figli a carico.

Skate: come iniziare?

Mettiamolo subito in chiaro, cominciare ad andare sullo skate richiede un pò di pazienza e un minimo di allenamento. Ma poi, come quando ha imparato ad andare in bici, ti verrà naturale mantenere l’equilibrio necessario a divertirti.

Bando alle ciancie, di seguito ecco i nostri consigli per iniziare ad andare in skateboard divertendoti passo passo.

1. Trova un buon posto per imparare

L’ideale sarebbe uno skatepark, ma se non ne hai uno vicino casa, scegli un posto con suolo in cemento o asfalto liscio, senza troppe asperità. Anche se hai scelto uno skateboard costruito per sopportare fondi irregolari, praticare su superfici piane e lisce ti darà la possibilità di acquisire sicurezza velocemente.

2. Trova il tuo appoggio

Per prima cosa trova la tua posizione da skater. Posiziona la tavola in un punto in cui non gli sia facile scivolare via (come un prato), sali e scendi mettendo i piedi allineati approssimativamente alle viti che collegano il truck alla tavola. Fallo prima mettendo un piede e poi l’altro in posizione anteriore. Con quale sei più a tuo agio?

Tiene presente che il piede anteriore sarà quello che rimarrà sempre sulla tavola, quello posteriore servirà a darti la spinta su strada. Se hai posizionato il destro in avanti avrai scelto la posizione Goofy foot; al contrario sei in Regular foot.

NB. Esiste una terza posizione detta Mongo foot, nella quale è il piede anteriore a dare la spinta. Niente di pericoloso o assurdo, ma la maggior parte degli skater la trovano molto scomoda. Per te è ok? Ben venga!

3. Procedi per piccole spinte

Ora che hai capito quale la tua posizione preferita, tieni un piede sulla tavola, più o meno all’altezza delle viti del truck anteriore, e con l’altro dai una spinta. Cerca di mantenere l’equilibrio e ripeti l’esercizio con sempre maggior sicurezza.

Non è necessario dare “colpetti”, un movimento ampio e più lungo ti permetterà di muoverti in maniera regolare, rimanendo in equilibrio. Questo passo ti servirà ad abituarti alla sensazione di riding, ad acquisire il primo essenziale equilibrio di guida e a farti capire come andar dritto.

4. Mettiti in posizione

Ora che hai iniziato a muoverti, sposta di lato il piede anteriore e appoggia con delicatezza l’altro piede sulla coda in fondo allo skateboard. Fletti leggermente le ginocchia mantenendo il corpo, con la schiena ben dritta, per poter mantenere correttamente l’equilibrio.

La corretta posizione di guida prevede che il piede anteriore debba essere poco dietro le viti del truck, quello posteriore sulla coda dello skate perché è la posizione più stabile e sicura.

5. Impara a curvare

Probabilmente il passaggio tra il quarto punto e questo è quello che richiede più tempo. Acquisire la posizione corretta è, infatti, l’operazione più difficoltosa ma che ti apre completamente le porte dello skateboard. Ora che ci sei, prova ad eseguire una curva dandoti per prima cosa una bella spinta e andando dritto.

Usa una leggera flessione delle caviglie per spostare il tuo peso avanti o indietro, a seconda di dove vuoi curvare. La reattività della tavola dipende dagli elementi che la compongono (truck e ruote soprattutto), per cui la prova di curva è quella che ti permetterà di acquisire feeling con qualsiasi tavola.

6. Fermati

Il metodo più semplice di fermarsi, col quale ti consiglio di iniziare, è rallentare gradualmente ed aiutarti con il piede nell’arresto. Quando sarai padrone della tavola potrai iniziare ad esercitarti con qualcosa di leggermente più complesso come l’uso della coda della tavola.

Per questa seconda tecnica (per cui esistono modelli di tavola meno ricurvi con un freno di plastica apposito) bisognerà spostare il peso sul piede posteriore facendo arrivare la coda dello skate a contatto col suolo. L’attrito ti farà frenare e fermare.

Inizia a progredire

In soli sei passaggi, se eseguiti correttamente e con pazienza, ora non sei più un principiante completo. Conosci le tecniche più semplici per avanzare, curvare e frenare. Ma ne esistono moltissime altre per fare tutte queste cose!

Di tecniche sempre più complesse e dei trick parleremo nei prossimi articoli. Se non vuoi perderli il mio consiglio è quello di iscriversi alla newsletter 😉

 

Questo sito utilizza cookie di terze parti per scopi statistici

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close