Ampia depressione concentrata sul Mediterraneo occidentale: piogge frequenti così come le onde, ma non per tutte le coste

Ci troviamo di fronte ad una di quelle situazioni meteorologiche davvero complicate per il Mediterraneo e l’Italia: una profonda area di bassa pressione prenderà forza nei prossimi giorni grazie all’afflusso di aria fredda dal nord Atlantico, creando le basi per una fase di maltempo concentrata soprattutto al Centro-Sud, con temporaneo coinvolgimento delle regioni settentrionali.
Il perno di confluenza dei venti si troverà in prossimità delle due Isole maggiori: ad est spesso la ventilazione proverrà da Sud, ad ovest si oscillerà tra ponente e maestrale. Il richiamo sciroccale all’inizio darà anche la possibilità di rivedere nevicate di discreto spessore a quote basse sulle Alpi, mentre persistono le temperature troppo elevate in Appennino con fiocchi solo in alta quota.

VENTO e ONDE. Situazione ancor più complicata sul fronte meteo-marino: quel che è certo l’assenza di onde surfabili su alto Adriatico e Ligure per alcuni giorni, mentre più a sud le sorprese, seppur piccole, non mancheranno. Altro discorso in prossimità del werk-end, quando la suddetta bassa pressione raggiungerà la massima forza spostandosi verso levante. Il maestrale da Venerdì 23 entrerà impetuoso ad ovest della Sardegna, orientato da nord più del solito e seguito a ruota dall’ingresso della bora in alto Adriatico; le onde allora gireranno e da quel momento, allo stato attuale dei modelli, ancora tutto è possibile…seguite i prossimi aggiornamenti METEO & SURF sul nostro sito!

Fonte articolo: www.4surf.it

Questo sito utilizza cookie di terze parti per scopi statistici

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close