Di recente, alcune delle città europee più visitate sono diventate sorprendentemente inospitali per i turisti. I residenti di Barcellona iniziano a rumoreggiare su questo forte turismo di massa. Venezia è stata invasa da folle di turisti.

Queste destinazioni soffrono di quello che le persone nel settore dei viaggi chiamano “overtourism”. I numeri parlano da soli. L’Europa è stata la parte più visitata al mondo nel 2016, rappresentando circa la metà degli 1,24 miliardi di arrivi turistici internazionali. La Spagna, una nazione di 46,5 milioni di persone, ha accolto ben 75,3 milioni di visitatori nel 2016. La Croazia, con una popolazione di 4,2 milioni, ha visto più del triplo del numero di arrivi turistici.

L‘Australia non ha ancora registrato un numero di visitatori così ampio – c’erano solo 8,24 milioni di arrivi turistici nel 2016 – ma anche qui l’overtourism sta diventando una preoccupazione.

Cos’è esattamente l’overtourism?
Il termine imbarazzante “overtourism” descrive una situazione in cui una destinazione turistica supera la sua capacità di carico – in termini fisici e / o psicologici. Si traduce in un deterioramento dell’esperienza turistica per i visitatori, i locali o entrambi. L’overtourism può portare a gravi conseguenze per le destinazioni popolari.

L’Australia è davvero in pericolo di overtourism?
I siti turistici australiani come Kangaroo Island non vedono ancora i numeri dei visitatori vicino a Venezia e Barcellona. Tuttavia, le scarse politiche del turismo possono ancora portare a una forma di sovraurismo se i residenti percepiscono che la loro qualità della vita viene danneggiata dai turisti.

 

 

Questo sito utilizza cookie di terze parti per scopi statistici

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close