Aria più fredda in discesa da nord: neve lungo la dorsale Appenninica centro-meridionale, venti settentrionali con swell tea N-O e N-E

Prosegue l’afflusso di aria fredda sull’Italia, accompagnata da venti settentrionali che oscillano tra maestrale (sulla Sardegna e la Sicilia) e bora (lungo l’Adriatico). Le temperature sono destinate a scendere ulteriormente, man mano che il nucleo freddo si sposterà verso il meridione tornerà anche la neve fino a quote collinari lungo l’Appennino.
Il Nord Italia e il versante Tirrenico, sottovento rispettivamente alle Alpi e all’Appennino, vivranno giornate per lo più soleggiate e con poca umidità, solo qualche annuvolamento di passaggio potrà macchiare temporaneamente i cieli generalmente tersi.
Dopo il primo passaggio freddo ne sono attesi altri due in settimana, il primo sempre a base di venti settentrionali mentre il secondo potrebbe portare con se una componente prettamente occidentale.

VENTO e ONDE. Lo swell di qualità per le isole si esaurirà entro martedì, anche lungo l’Adriatico le mediocri e gelide onde da Nord si spegneranno entro il 28.
Da giovedì 29 è possibile una di quelle perturbazioni che lasciano il segno per l’intensità della mareggiata generata: al momento i modelli vedono venti fortissimi da ponente e libeccio, i quali gireranno successivamente da maestrale portando onde fino al prossimo week-end su molte delle nostre coste, soprattutto quelle occidentali.
Presto per dare ulteriori dettagli, ma restate sintonizzati sul nostro sito per saperne di più!

FONTE: 4SURF.IT

Questo sito utilizza cookie di terze parti per scopi statistici

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close