Ti sarà inviata una password tramite email.

Dopo aver visto come sciolinare la tavola da snowboard, vediamo in questo articolo una nuova operazione imprescindibile per la corretta manutenzione della tavola da snow. Non solo: fare le lamine allo snowboard oltre a impedire il deteriorarsi della tavola, ti permette di avere sempre uno strumento efficiente, veloce e sicuro.

Cosa sono le lamine della tavola da snowboard

Quando parliamo delle lamine snowboard, intendiamo il bordo d’acciaio che circonda il perimetro della tavola, un elemento cruciale per garantire la tenuta sulle piste ghiacciate e con neve dura, soprattutto nelle fasi di curva. Infatti, la lamina è in grado di assicurare la presa di spigolo sulla neve dura consentendoti il movimento stabile e prestazioni ottimali.

Avrai capito quindi l’importanza di questo componente della tua tavola e di come pietruzze, rametti e usura nel fuori pista, oppure gli urti nei park possono rovinarle compromettendo prima di tutto la sicurezza.

Le lamine presentano due lati di affilatura con angolazioni diverse:

  • angolo side edge, ossia la parte laterale della lamina, perpendicolare alla soletta. Più l’angolo è ridotto e più la tavola tiene. Di norma è tra gli 87° e i 90°;
  • angolo base edge o tuning, riguarda la parte bassa della lamina, quella parallela alla soletta. Di norma questo misura da 0° a 1,5°, più l’angolo è inclinato e maggiore è il rischio di prendere spigolate.

 

Come affilare le lamine della tavola da snowboard

Intanto cominciamo col dire che l’affilatura è solo una delle operazioni che un laboratorio specializzato andrebbe ad effettuare sulla tua tavola. Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, quando si rifanno le lamine dello snow si agisce sia in tuning che con l’affilatura vera e propria.

Si va quindi ad agire sulla parte bassa della lamina in modo da ridurre il contatto con la neve ai fini di una maggiore scorrevolezza e agilità, anche nei cambi di direzione. L’affilatura è un processo molto più delicato.

L’operazione che si va ad eseguire consiste nel modificare l’angolo della lamina di 2 o 3 gradi, grazie all’impiego di una squadretta per lime, all’interno della quale viene inserita e fissata la lima. A questo punto occorrerà muovere quest’ultima seguendo la direzione delle frecce sulla squadra: in tal modo sarà possibile aumentare l’angolo di apertura della lamina. In alternativa si può usare la lima a mano libera e utilizzare un pennarello per capire quando fermarsi.

Quando rifare le lamine?

Come per la sciolinatura, non esiste un tempo specifico per andare ad agire sulle lamine. In linea di massima dipende sempre dall’intensità di utilizzo, numero di uscite e livello di usura della tavola. È sicuramente buona norma far controllare da un’occhio esperto e lasciar valutare la necessità di affilare le lamine all’inizio di ogni stagione.

Certamente se la tavola è relativamente nuova e l’hai usata poco non avrà bisogno di grandi lavori. Ma questo dipende anche da te. Se, infatti, hai seguito i nostri consigli sulla manutenzione e hai evitato la formazione di ruggine, non hai nulla da temere.

Consigli per rifare le lamine

A parole sembra facile: limo le lamine finché non ho tolto un grado di inclinazione. E invece l’operazione è piuttosto delicata e richiede (ovviamente) una mano con un po’ di pratica e attrezzi appositi. Se hai intenzione di provare, ti lasciamo qui dei consigli preziosi.

  • fai prima pratica su una vecchia tavola o vecchi sci;
  • prima di iniziare, se le lamine sono ossidate, passa la gomma abrasiva energicamente fino a quando non saranno lucide sia sul lato della soletta che sul fianco. Mi raccomando di fare attenzione a tenerla sempre parallela alla lamina per non togliere l’angolo tra i due lati;
  • ricorda che la lima per quest’operazione lavora in un unico senso. Questo significa che dovrai unicamente poggiare la parte inferiore e tirarla verso di te, mai spingere dalla testa verso il manico: si incaglierebbe e rovineresti la tavola;
  • posiziona la lima a formare un angolo di circa 30° con il bordo della tavola;
  • lavora sempre da punta a coda della tavola;
  • a ogni passata di lima pulisci la soletta per evitare di rovinarla con i residui metallici;
  • al termine utilizza soluzioni specifiche che prevengano l’ossidatura e la scheggiatura delle lamine.

Fai da te o fallo per me?

Vale quanto abbiamo detto per la sciolinatura. Trattandosi di un’operazione senza una scadenza fissa, ma da valutarsi di volta in volta, tutto dipende dall’intensità con cui usi la tavola. Se sei assiduo frequentatore di piste e park potresti trovare vantaggio nell’imparare a rifarti le lamine da solo.

Al contrario, se sei un habitué della sola settimana bianca, tanto vale godersela appieno sfruttando la competenza di un laboratorio specializzato che ce la renda affidabile ed efficiente al 100%.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per scopi statistici

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close