L’età è una cosa divertente. Le ossa che da giovani si piegavano come salici diventano fragili come ramoscelli secchi. I legamenti che si allungavano come elastici diventano rigidi e duri. E ora, sulla scia di un piede rotto che ha tenuto Kelly Slater fuori dalla competizione per mesi, un nuovo infortunio è ultima novità. Slater su Instagram ha annunciato: “Ho subito 5 infortuni dal 2003 sui piedi, l’ultimo arrivato la scorsa settimana con un legamento teso sullo stesso piede (R) che ho infortunato l’anno scorso. Non è un grave infortunio, ma mi mette in dubbio per JBay.

Nonostante tutti i migliori sforzi, il tempo passa e con esso arrivano gli infortuni. Lesioni che non guariscono più rapidamente come una volta, ferite che non si sarebbero mai verificate in giovinezza. Questo è il caso di Kelly Slater, che, nonostante quasi una vita a mangiare bene, allenarsi e fare tutte le cose giuste, sente gli effetti di decenni di  pro surfing. Problemi alla schiena e la rottura del piede sono solo alcuni dei problemi che gli hanno impedito di competere negli ultimi eventi. Inoltre Slater non sta surfando al suo miglior livello. In particolare, Slater è volato in Fiji per un enorme swell  a Cloudbreak, mancando al Pro Bali. Si è rivolto ai social media per spiegare la sua assenza e affrontare le domande ovvie. “Per farla breve, non sono al livello che voglio per competere”, ha scritto dopo un giorno a Cloudbreak. ”

Dai primi esami relativi all’ultimo infortunio di qualche giorno fa, quello che Slater sembra avere, è una distorsione dell’alluce. Secondo OrthoInfo.com, “accade quando il dito del piede viene piegato a forza in iperestensione, come quando si spinge in uno sprint e il dito del piede rimane bloccato a terra”.

Tuttavia, tuttavia,  Kelly Slater rimane positivo. “A volte l’universo ti indirizza dove devi essere”, ha continuato. “Gli infortuni mi hanno davvero spaventato, ma in qualche modo mi hanno insegnato la pazienza e un senso di calma.”

Questo sito utilizza cookie di terze parti per scopi statistici

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close