Ti sarà inviata una password tramite email.

Non importa se stiamo cavalcando onde californiane o di casa nostra, pochi trick potranno farci sentire veri surfer come l’hang ten. Ed è per questo che ci arrivano decine di richieste con un tutorial semplice e da seguire passo passo su come fare un hang ten con il longboard.

Richiesta soddisfatta!

Surfer: Bosko Marco Boscaglia Photo: Alessandro Tornatore

Cos’è un hang ten?

Inutile cercare una traduzione, l’hang ten non può confondersi con altro. Con questo termine s’indica la posizione eretta in punta della tavola, con le dita dei piedi arricciate oltre il bordo. Il Sacro Graal del surf!

Una volta raggiunta la padronanza di questa tecnica, da alcuni considerata old school, potrai considerarti un vero long surfer. Il noseriding e il tip riding, infatti, sono due fasi critiche nell’arte dell’hanging ten. I primi 36 pollici di una tavola sono considerati il nose; i primi 16 pollici sono considerati la punta del longboard

L’arte dell’hang ten

Questa mossa aggraziata definisce i longboarder e il genere stesso. Forse proprio per questo un hang ten eseguito alla perfezione richiede molta pratica, osservazione e tempismo.

L’hang ten implica un sacco di calcoli, gestione delle onde ed equilibrio. Hai bisogno di qualcosa di più che percorrere la lunghezza della tavola e cavalcarne la punta. E quando finalmente riesci a portare le tue dieci dita sopra il nose della tavola, abbracci una nuova sfida chiamata hang time.

Hang ten, hang time, tip riding

Per quanto tempo puoi cavalcare la punta del longboard? Puoi rimanere lì in eterno? Sei senza peso e in sincronia con Madre Natura? Man mano che progredisci, noterai che c’è una sottile ma rilevante differenza tra il noseriding e il tip riding.

In altre parole: puoi essere in grado di cavalcare il nose di una longboard, ma non significa necessariamente che puoi cavalcare la sua punta.

Come fare un hang ten

Entriamo nel vivo e vediamo come si fa ad apprendere questa posizione e rimanere in piedi a lungo mantenendo un certo stile.

1. Prendere una bella onda, ovviamente;

2. Esegui un bottom turn;

3. Punta la tavola sul terzo superiore dell’onda, vicino al ricciolo;

4. Iniziare il cross-stepping rapidamente verso il nose della tavola;

5. Posiziona il tuo peso verso il rail interno;

6. La parte di rottura dell’onda inizierà ad avvolgere la coda della tua tavola;

7. Cavalca il tip il più a lungo possibile;

8. Chiudi gli occhi e goditi il momento spirituale e senza peso;

9. Sposta il tuo peso quando il longboard e l’onda lo richiedono;

10. Quando senti che il tuo peso ti porta sott’acqua, rifila, taglia e ricomincia tutto da capo.

La pratica rende perfetti. Una buona ed efficace routine di allenamento hang ten è quella di fare molto cross-stepping, correndo su e giù sul longboard velocemente.

Se riesci a trovare il tuo equilibrio per rimanere in hang ten per più di cinque secondi, sei sulla strada giusta per la perfezione.

NB. Ricorda che non puoi – e non dovresti – fare hang ten sulla schiuma, quindi hai bisogno di trovare una parte dell’onda decente.

Infine, tieni a mente che per un comodo hag ten devi utilizzare l’apposito leash da ginocchio.

Photo: Alessandro Tornatore

Surfer: Bosko Marco Boasaglia

Questo sito utilizza cookie di terze parti per scopi statistici

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close